Dall’esposizione di Shangai, Cantina Miglianico coglie una medaglia ed una segnalazione

Quasi a fare il paio con i due riconoscimenti ottenuti in ottobre al “Mundus Vini” di Neustadt, in Germania, il pecorino “Pietra Majella” 2013 e il “campione” miglianichese “Fondatore” del 2009 hanno trionfato anche all’esposizione di Shangai svoltasi lo scorso fine settimana, dal 14 al 16 novembre: il primo ha infatti ottenuto la medaglia di bronzo, mentre il secondo la segnalazione di merito.

«Per noi – ha commentato il presidente della Cantina Miglianico, Antonio Marascia, – si tratta di una conferma della bontà della linea di prodotti che abbiamo individuato e che stanno regalando alla Cantina numerose soddisfazioni in ogni parte del mondo. Questo 2014 sarà ricordato come un anno in cui sono arrivate una pioggia di medaglie e di riconoscimenti per i nostri vini di punta».

«Il mercato cinese – ha aggiunto il direttore, Danilo Mattone – ci sta dando sempre maggiori soddisfazioni: abbiamo iniziato il 2014 stringendo un accordo commerciale con un partner proprio di Shangai e lo concludiamo con questa affermazione che consacra la presenza della Cantina Miglianico nei mercati del Sol Levante».

«La buona terra – ha confermato l’enologo Carmine De Iure – che genera buona uva, la cura nella vinificazione, l’attenzione nel controllo di qualità, la continua ricerca enologica sono caratteristiche che sottolineano i nostri prodotti e che ci permettono di superare la concorrenza di tanti prodotti a marchio italiano che sono sul mercato: un investimento che sta iniziando a pagare e che continueremo a perseguire con tutta la nostra tenacia».