Mundus Vini regala due medaglie

Un’accoppiata vincente: “Fondatore” e “Pietra Majella” di Cantina Miglianico medagliate anche a Mundus Vini
“Squadra che vince non si cambia” e per la Cantina di Miglianico la coppia di fuoriclasse è formata dal Montepulciano “Pietra Majella” e dal Montepulciano d’Abruzzo “Fondatore” che nel 2014 hanno sbancato tre esposizioni internazionali (Bruxelles, Shangai, Parigi). Confermando il grande apprezzamento mondale per i due vini, le due etichette hanno riportato un nuovo straordinario risultato nell’edizione primaverile di “Mundus Vini” di Neustadt, in Germania: il “Pietra Majella” ha ottenuto la medaglia d’oro mentre il “Fondatore” la medaglia d’argento nella prestigiosa competizione che ha visto in lizza quest’anno oltre diecimila vini di tutto il mondo.
In contemporanea, da Parigi è arrivata la notizia che anche nel 2015 il “Vinalies” ha riservato una medaglia anche ai vini di Miglianico: infatti a vincere la medaglia d’argento questa volta è stato il Montepulciano “Pietra Majella”, apprezzatissimo per il suo corpo e la sua brillantezza.
«Nel giro di due giorni – ha commentato il presidente della Cantina Miglianico, Antonio Marascia – i nostri vini hanno confermato la loro capacità di competere con le migliori produzioni di tutto il mondo: dopo un 2014 straordinario, costellato da premi che abbiamo raccolto in ogni concorso, il nuovo anno ci porta nuove soddisfazioni che vogliamo contribuire ad ampliare grazie al nostro costante lavoro sulla qualità della nostra produzione».
«Non è affatto un caso – ha aggiunto il direttore, Danilo Mattone – che la nostra linea di vini di punta sia ancora protagonista dei concorsi enologici internazionali: abbiamo proseguito nel nostro impegno di presentare prodotti di livello superiore che saranno protagonisti anche del prossimo Vinitaly di Verona, dove presenteremo, oltre a Fondatore e Pietra Majella, già così tanto premiati, la nuova linea di Montupoli, impreziosita dalle nuove etichette, e i vini della serie Murelle».
«Aver ottenuto  – ha confermato l’enologo Carmine De Iure – riconoscimenti così prestigiosi in terra di Germania ci sprona a ben figurare anche nell’ormai imminente prossima fiera tedesca, il Prowein di Dusseldorf, appuntamento tra i più importanti al mondo, al quale ci rechiamo entusiasti, fiduciosi nei nostri vini e orgogliosi di condividerli con i nostri clienti».